LIONS CLUB 108 TB | DIABETE MELLITO: l’epidemia del nuovo millennio
16597
post-template-default,single,single-post,postid-16597,single-format-standard,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive
 

DIABETE MELLITO: l’epidemia del nuovo millennio

DIABETE MELLITO: l’epidemia del nuovo millennio

 

 

 

Cosa si intende per diabete mellito?

Il diabete mellito è la forma di diabete a cui nella pratica comune viene fatto normalmente riferimento, cioè a un gruppo di disturbi metabolici accomunati dal fatto di presentare una persistente instabilità del livello glicemico del sangue, passando da condizioni di iperglicemia, più frequente, a condizioni di ipoglicemia.

I sintomi del diabete possono essere diversi ed insorgere in maniera differente a seconda che si tratti della tipologia dell’affezione (tipo 1 o di tipo 2). In particolare, nel caso diabete tipo 2, i sintomi si manifestano lentamente e spesso in maniera poco evidente; addirittura possono verificarsi casi di glicemia alta senza che si manifestino i sintomi. Per questo la diagnosi di questa forma di diabete non è spesso rapida, ma avviene quando ormai la malattia è in una fase conclamata, cioè quando le potenziali conseguenze rischiano di essere devastanti. E’ importante infatti sottolineare che la malattia si colloca quale principale causa di amputazioni traumatiche, infarti, ictus, cecità, disturbi della vista e dialisi nella popolazione italiana

L’impatto a livello sociale e economico quindi è notevole a causa della gravità delle sue complicanze, ma anche alla luce del trend di diffusione.

Anche in Italia, infatti,  la percentuale di casistiche di questa malattia è in notevole crescita; secondo le stime più recenti ed autorevoli, fornite dai dati Istat 2009, il 4,8% della popolazione italiana soffre di diabete, ovvero circa 2,9 milioni persone. L’incidenza del diabete è maggiore al Sud e nelle Isole con una percentuale pari al 5,5%, seguono il Centro con 4,9% e il Nord con il 4,2%.

Anche in questo caso, pochi numeri sono sufficienti per indicare un ordine di importanza del fenomeno e per capire l’urgenza di una opera importante di sensibilizzazione.

I Lions in tal senso sono impegnati in un service permanente, volto a incentivare gli accertamenti clinici preventivi,  per porre in essere le necessarie misure atte a prevenire stati patologici gravi .

Combattere il diabete mediante l’informazione su patologia, complicanze e soprattutto nuove terapie è l’obiettivo di un evento dedicato, di rilevanza Multidistrettuale, che si terrà al

teatro Tosi di Santa Maria Maddalena di Occhiobello (RO),

il giorno 24 marzo, dalle ore 9,00 .

Il convegno è rivolto a Medici Chirurghi (tutte le professioni), Farmacisti, Infermieri, Assistenti Sanitari, Educatori Professionali.