I Lions del Distretto 108 Tb hanno visitato il campo di concentramento di Auschwitz - LIONS CLUB 108 TB
21303
post-template-default,single,single-post,postid-21303,single-format-standard,bridge-core-3.1.6,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-30.4.1,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-7.5,vc_responsive
 

I Lions del Distretto 108 Tb hanno visitato il campo di concentramento di Auschwitz

I Lions del Distretto 108 Tb hanno visitato il campo di concentramento di Auschwitz

Dal 26 al 30 marzo 2024 si è svolto il viaggio della memoria a Cracovia- Auschwitz – Birkenau voluto e organizzato dal Distretto 108/tb per offrire ai soci Lions un percorso di conoscenza per riflettere sull’importanza della memoria, della convivenza, dell’accettazione dell’altro e soprattutto della ricerca della PACE, temi fondamentali dell’etica Lions.

Si è cercato di proporre un’esperienza non di semplice viaggio della memoria che si accontenta di visitare un luogo, ma di offrire strumenti della conoscenza utili per valutare e interpretare ciò che si vede per riflettere non solo sulla nostra storia ma sul nostro presente funestato da conflitti.

Per quale motivo questa pagina oscura del nostro passato deve essere ricordata? Le passioni e i comportamenti umani non cambiano mai radicalmente e dunque, anche se le istituzioni e le tecnologie si trasformano, la storia è destinata a ripetersi. Non tanto una ripetizione dell’identico, all’avvento cioè di un regime nazista nel centro Europa, quanto piuttosto una proliferazione di quei fattori che hanno reso l’orrore possibile – magari in altri paesi, sotto altro nome e con nuove giustificazioni, non raggiungendo forse lo stesso parossismo ma producendo massacri e sofferenze senza fine.

Pochi paesi possono essere garantiti immuni da una futura marea di violenza, generata da intolleranza, da fanatismo religioso o politico, da attriti etnici. Occorre quindi affinare i nostri saperi per essere cittadini consapevoli e buoni soci Lions.

Come ha scritto Primo Levi: se comprendere è impossibile, conoscere è necessario, perché ciò che è accaduto può ritornare, le coscienze possono nuovamente essere sedotte ed oscurate.

Anna Maria Quarzi